Trattamenti per acqua ad uso industriale

L'uso industriale dell'acqua implica il suo trattamento preliminare, sia per togliere elementi indesiderati sia per renderla battericamente pura.

L'eliminazione dall'acqua di elementi quali calcio, ferro e manganse viene di norma ottenuta, per il calcio, tramite addolcitori e per il ferro e manganese tramite deferrizzatori.

Trattamenti più radicali vengono ottenuti con l'uso di demineralizzzatori e osmosi inverse.

Tutti i trattamenti sopra riportati sono, per buona norma, preceduti da un filtrazione che può essere composta da più stadi, a seconda del grado di filtrazione finale da ottenere (ad es. almeno 5 micron per l'ingresso in un'osmosi inversa). La filtrazione meccanica, ottenibile tramite filtri di vario tipo, automatici o manuali può essere accompagnata da una filtrazione chimica tramite carboni attivi, per l'adsorbimento di numerose sostanze inquinanti, come ad es. il cloro ed i tensioattivi.

In presenza di colonie batteriche è spesso necessario provvedere anche alla debatterizzazione, che può essere ottenua tramite clorazione, ozonizzazione o irraggiamento con lampade UV. Ciascuna di tali tecniche ha il suo ambito prevalente di applicazione, ma la clorazione è attualmente in via di progressivo abbandono.

Trattamenti per acqua ad uso industriale
Trattamenti per acqua ad uso industriale
Trattamenti per acqua ad uso industriale
Trattamenti per acqua ad uso industriale
Trattamenti per acqua ad uso industriale
Trattamenti per acqua ad uso industriale